Cerca

Cerca nel sito

Fontanili

I fontanili o risorgive sono particolari sorgenti d’acqua tipiche del territorio del Parco Agricolo Sud Milano riscontrabili più in generale tra l’Alta e la Bassa Pianura Padana e Veneta.

L’acqua di falda emerge per le particolari condizioni geologiche. Il sottosuolo costituito da sabbia e ghiaia (premiabili) è caratterizzato dalla presenza di lenti argillose (impermeabili) che impediscono all’acqua di spostarsi negli strati sottostanti. Con il progressivo degradare della pianura l’acqua di falda freatica (che si sposta lentamente da nord-ovest a sud-est) si trova così ad emergere in una particolare fascia della pianura chiamata appunto la fascia dei fontanili. In questa fascia la leggera pressione dell’acqua consente la sua emergenza in prossimità di depressioni naturali del terreno.

Già prima del mille l’opera dell’uomo ha sfruttato tali risorgive ampliando ed approfondendo le depressioni naturali fino anche a 7 metri di profondità chiamate “testa del fontanile” e favorendo il deflusso delle acque attraverso una canale denominato “asta del fontanile”. Le acque così emerse confluivano e confluiscono tutt’oggi, in rogge e canali formando ina alcuni casi anche fiumi.

Progressivamente è stata favorita la sorgenza delle acque piantando sul fondo del fontanile prima tini in legno, poi strutture cilindriche in cemento (più rare) e più recentemente tubi di ferro ed ora in acciaio fenestrati (tubi emuntori).

L’acqua dei fontanili, provenendo dal sottosuolo, ha una temperatura costante tutto l’anno (10°–14°C) e viene utilizzata in agricoltura grazie alla fittissima rete di rogge e canali che caratterizza il territorio del Parco ma l’evolversi delle tecniche agricole a favore di colture che richiedono un maggiore apporto di acque ed il drastico abbassamento della falda che si è verificato durante gli anni 60 e 70 hanno portato gli agricoltori a perdere interesse per i fontanili causandone l’abbandono ed il conseguente degrado riducendone il numero fino agli attuali circa 300.

Negli ultimi anni si è però assistito ad un innalzamento del livello di falda causato con buona probabilità dalla chiusura delle grandi fabbriche poste a nord di Milano ( Falk, Pirelli etc.) e la presenza del parco attualmente sembra aver arrestato questo processo di degrado.