Cerca

Cerca nel sito

Voci dal fronte e dai campi di prigionia

Da 1 Feb 2019 a 10 Feb 2019 - La II Guerra Mondiale in una mostra raccolta, narrata e condivisa - Cascina Cuccagna dal 1 al 10 febbraio 2019

Voci dal fronte e dai campi di prigionia.

La II Guerra Mondiale  in una mostra raccolta, narrata e condivisa.

Dall’1 al 10 febbraio 2019

da martedì a sabato dalle 15:30 alle 19:30 domenica dalle 11:00 alle 20:00 Cascina Cuccagna - Milano

Venerdì 1 febbraio inaugura alla Cascina Cuccagna di Milano la mostra    Voci dal fronte e dai campi di prigionia, la II Guerra Mondiale in una mostra raccolta, narrata condivisa. L’esposizione a cura di Cascina Cuccagna e Associazione Cooperativa Cuccagna sarà visitabile fino al 10 febbraio, da martedì a sabato dalle 15:30 alle 19:30 e la domenica dalle 11:00 alle 20:00.

La mostra s’inserisce nel progetto Le settimane della memoria in Cascina Cuccagna: un’iniziativa di public history che mira a recuperare e valorizzare la memoria storica quale strumento di informazione e formazione, in particolare per le giovani generazioni. 

200 fotografie, 157 lettere, 100 pagine di diari che raccontano la storia di persone che hanno vissuto gli anni ’40 del Novecento. Questo il fulcro dell’esposizione Voci dal fronte e dai campi di prigionia.

Alessandra Licheri di Cascina Cuccagna racconta la genesi della mostra: «Lo scorso febbraio, in concomitanza con la mostra “1935-1945: la guerra e l'altra resistenza - Il racconto dei nostri padri e dei nostri nonni” abbiamo avviato un lavoro di raccolta di materiali da archivi privati sul tema della seconda guerra mondiale. Oggi siamo pronti a presentare quanto ci è pervenuto. Grazie al coinvolgimento dei cittadini è stato possibile mettere in rete documenti, lettere, diari, fotografie che altrimenti sarebbero rimasti nascosti in qualche cassetto, persi con il passare delle generazioni».

Il percorso espositivo si articola lungo tre aree tematiche: il fronte, i campi di prigionia e la resistenza partigiana. I documenti ricevuti rappresentano una testimonianza intima della guerra e della sua influenza sulla vita delle persone; ad esempio è ricorrente il tema della lontananza dagli affetti e dalla propria casa.

All’interno della mostra trovano spazio anche un contributo video che raccoglie le voci delle persone che hanno aderito al progetto di public history, registrando le loro motivazioni ed esperienze.

Per dare vita alle lettere e ai diari esposti nella mostra è nata la performance teatrale Più in là di tutto non si può andare, in collaborazione con la Compagnia Officina Teatrale di Mille&UnaVoce di Cinisello Balsamo, con le musiche originali scritte e interpretate da Pino Martini. Lo spettacolo andrà in scena presso la Cascina Cuccanga sabato 2 e 9 febbraio 2019 ore 21.00. Prenotazione necessaria, per partecipare è prevista una donazione di 10 euro).

Obiettivo della mostra? Oltre alla storia che si legge nei libri fare spazio al vissuto delle persone comuni in una modalità che valorizza più l'aspetto umano, quotidiano, la vita di tutti i giorni, durante un momento storico così drammatico come la seconda guerra mondiale. Riflettere su cosa abbia significato la guerra per i nostri genitori e nonni.

La mostra è ad ingresso libero e gratuito. Per informazioni e approfondimenti: 02 83421007 - progetti@cuccagna.it - www.cuccagna.org




Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

lunedì - giovedì: 9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
venerdì: 9.00 - 13.00